URNE CINERARIE

Urne

La Sfinge Onoranze Funebri offre ai propri clienti una vasta gamma di urne cinerarie, siano esse in legno o in ceramica, al fine di soddisfare qualsiasi sorta di preferenza. Urne adatte per tumulazioni in cimitero e conservazione nelle abitazioni private.

Generalmente l’urna è un vaso accuratamente decorato o particolarmente semplice nell’aspetto, destinato a custodire le ceneri del defunto. La forma è frequentemente circolare, costituita da una base concava, utile per raccogliere i resti del caro dipartito. A chiudere il tutto un coperchio corredato, sigillato tramite saldatura, per evitare fuoriuscite.

Saldare il coperchio vuol dire inoltre garantire il rispetto delle normative italiane. Nel nostro Paese non è infatti consentito disperdere le ceneri del defunto senza aver ottenuto un nulla osta dalle autorità preposte. Qualora richiesto, La Sfinge potrà procedere all’iscrizione dei dati del proprio caro sulla parte frontale dell’urna: nome, cognome, data di nascita e morte.

L’azienda ha come obiettivo primario la soddisfazione dei propri clienti. Qualora questi optassero per un tipo di urna in legno, sarà per loro possibile selezionare con cura la precisa tipologia del materiale di base, a seconda dei propri gusti estetici. A ciò si aggiungono inoltre dei possibili intarsi decorativi, da concordare con La Sfinge.

Lo Stato italiano prevede la collocazione straordinaria di un’urna al di fuori di un cimitero in alcuni casi:

  • Affido ceneri personale
  • Affido ceneri ai familiari del defunto, che decidono di custodirle in altro luogo
  • Tumulazione in cappella esterna al cimitero (gentilizia)
  • Sepoltura privilegiata, ovvero all’interno di edifici pubblici, sedi d’associazioni o luoghi di culto

L’urna deve necessariamente essere realizzata in materiale infrangibile, come dettato dalla legge italiana. In caso di inumazione invece dovrà essere conforme alla legge Art. 75 comma 1 DPR 285/90 (cosa non possibile in tutte le regioni d’Italia).

Svariate le soluzioni nel caso in cui l’urna cineraria venga posta all’interno di un cimitero. In questo caso è infatti consentita la tumulazione all’interno di un pozzetto, sito in una struttura sepolcrale, adibita a fossa d’inumazione. Il tutto soltanto se previsto dal regolamento di polizia mortuaria comunale.

Altra modalità per collocare l’urna all’interno di un cimitero è data dalla tumulazione in loculi, nicchie, edicole e tempietti. Dovrà essere infine il Comune di riferimento a indicare le tariffe di conservazione dell’una all’interno del cimitero. Discorso valido sia per i privati cittadini che per le associazioni, con variazioni a seconda della localizzazione della struttura, dell’altezza della fila di collocazione e della tipologia di sepoltura selezionato.